Emorragie dalle gengive
Generalmente si verificano quando ci si spazzola i denti e quasi sempre implicano problemi alle gengive, come gengiviti, segnalando un’inadeguata igiene della bocca e dei denti. E allora il caso di consultare un dentista. Emorragie gengivali dovute a traumi raramente si protraggono nel tempo e di solito si arrestano esercitando una certa pressione.

Emorragie da alveoli dentari
Occasionalmente seguono a un’estrazione dentaria o alla perdita accidentale di un dente. Possono anche manifestarsi dopo tratture della mandibola. I primi due casi richiedono il seguente
trattamento.

Come arrestare l’emorragia da un alveolo dentario
1) Applica pressione sull’alveolo con un tampone. Usa un fazzoletto o qualsiasi altro pezzo di stoffa pulita, arrotolato a forma di piccolo cilindro, da introdurre nello spazio tra i denti in modo da sporgere abbondantemente al di sopra delle corone dei denti contigui.
2) Fai serrare bene le mascelle in modo che il tampone venga forzato nell’alveolo.
3) Allenta gradualmente la pressione

♦ Se l’alveolo continua a sanguinare, può renderai necessario mantenere più a lungo la pressione oppure ripetere la procedura.
♦ I.vita di rimuovere qualsiasi coagulo che si sia formato, se necessario ripulendo con estrema
delicatezza la bocca.
♦ Se continua a uscire sangue, prova a ungere il tampone con un poco di vaselina sterile prima di
rimetterlo in posizione.
♦ Se anche questo metodo non arresta l’emorragia, rivolgiti a un dentista o al Pronto Soccorso
dell’ospedale.