Nell’ordine, ha la precedenza:
•cautelarsi dal rischio di danno a se stessi;
• assicurarsi che l’infortunato sia al riparo da ulteriori pericoli, se necessario spostandolo da dove si trova;
•valutare le condizioni dell’infortunato e fare una veloce stima delle eventuali lesioni;
• prendere immediatamente i provvedimenti più urgenti.

♦ Non cercare di fare troppo: ricordati che il personale dell’autolettiga o della Protezione Civile
conosce la materia più di un soccorritore non professionista.
♦ Non tentare di fare una diagnosi assolutamente precisa delle condizioni dell’infortunato. Questa
diagnosi sarà formulata dal medico dopo che l’infortunato avrà raggiunto l’ospedale.
♦ Non applicare fasciature superflue e non occuparti di banalità. Presta esclusivamente il primo soccorso essenziale.