Qualche volta è necessario togliere gli abiti per effettuare il trattamento più appropriato, valutare
lesioni o semplicemente per rendersi conto deliecondizioni deirintortun.ii<1 Molte lesioni possono tuttavia essere ispezionate senza dover ricorrere alla rimozione degli abiti: le tratture possono essere diagnosticate facilmente senza togliere gli abiti, e le ferite più gravi diffìcilmente possono prodursi senza lacerazioni degli indumenti. Se gli abiti devono proprio essere tolti, allora è bene toglierne la minore quantità possibile, cercando di arrecare il minor disturbo possibile all'infortunato. Se l'infortunato è cosciente chiedigli sempre prima il permesso. Se sono stretti può rendersi necessario sfilare o slacciare indumenti intimi femminili (per es. una guaina). ❖ Non tentare mai di togliere abiti se non è assolutamente necessario: si può provocare molto danno con tentativi superflui di fare ciò. Come togliere cappotti, giacche, camicie e vestiti 1) Solleva l'infortunato e fai scivolare l'indumento sopra le sue spalle (a) 2) Piega il braccio dell'infortunato dal lato non ferito e sfila la manica. 3) Sfila delicatamente l'altra manica (b) ♦ Se la rimozione dculi indumenti si rivela difficoltosa può essere di aiuto tagliare l'indumento dal lato in cui l'infortunato ha riportato lesioni. Pantaloni
1) Se hanno riportato ferite il polpaccio o il ginocchio, rimbocca la gamba del pantalone (a).
2) Se è ferita la coscia, abbassa i pantaloni dalla vita (b).
♦ Se la rimozione si rivela difficoltosa, allora è necessario squarciare o tagliare la cucitura interna delia gamba del pantalone.

Come togliere scarpe e stivali
1) Sostieni la caviglia dell’infortunato (a).
2) Taglia o sciogli i lacci (b) 3) Sfila la calzatura.
♦ Se risulta diffìcile togliere stivali alti, tagliali con cautela lungo la cucitura posteriore con un rasoio o un coltello affilato.

Come togliere le calze
Il soccorritore deve utilizzare il metodo che segue solo se incontra di Hi colta nello sfilare le calze nel modo usuale.

Metodo
1) Introdurre due dita tra la calza e la gamba dell’infortunato.
2) Sollevare il bordo della calza e tagliarlo tra le dita del soccorritore.