L’importanza del rifornimento di aria
Il dovere più urgente e immediato per chiunque presti soccorso è di assicurarsi che l’intortunato sia in grado di respirare liberamente oppure che gli venga fornito
un apporto adeguato di aria con mezzi artificiali. Nulla è altrettanto importante. II cervello, più di ogni altro organo, ha bisogno di ossigeno: a temperatura ambiente la possibilità di un serio danno al cervello o di morte è questione di pochi minuti in assenza di una ventilazione adeguata. Questo può accadere in seguito all’arresto della respirazione o perché le vie che danno passaggio all’aria dalla bocca tino ai polmoni sono ostruite. La prima esigenza è perciò controllare se è presente una respirazione spontanea.

Come valutare l’attività respiratoria
Usa più di un senso:
1) accertati dei movimenti
respiratori del torace e dell’addome e controlla che
siano regolari;
2) accostati con l’orecchio a bocca e naso dell’infortunato per sentire il rumore del respiro;
3) puoi anche percepire il respiro direttamente sul tuo volto.

Se rinfortunaio respira spontaneamente e liberamente, allora puoi rivolgere con calma la tua attenzione alla ricerca di eventuali lesioni. Se è privo di conoscenza e sempreché le lesioni lo consentano, puoi metterlo nella posizione di sicurezza, in modo da garantire il mantenimento della respirazione.
In assenza di respiro spontaneo In questo caso la respirazione è cessata e devi fornire subito aria all’infortunato. Se torace e addome hanno movimenti respiratori ma non ce flusso d’aria in entrata e in uscita da bocca e naso, significa che le vie aeree sono ostruite e perciò devi liberarle. Questo intervento è necessario con estrema urgenza per ripristinare la respirazione.

Come liberare le vie aeree
1) Le vie aeree possono essere bloccate a causa della posizione della testa (a).
2) Per rimediare premi sulla fronte con una mano e solleva il collo con l’altra (b).
3) Successivamente togli la mano dalla nuca e spingi verso l’alto il mento. Questo provvedimento impedisce alla lingua di bloccare le vie aeree.

♦ Se la respirazione ancora non riprende, può esserci una ostruzione delle vie aeree.
Come liberare le vie aeree da ostruzioni
1 ) Ruota la testa dell’infortunato su un lato, mantenendo il mento in avanti e il vertice della testa indietro (a)

Come liberare le vie aeree da ostruzioni

2) Ripulisci la cavità della bocca con due dita piegate a uncino e rimuovi qualsiasi materiale estraneo (b). Agisci con rapidità. Non perdere tempo.
3) Controlla la respirazione.
4) Controlla il battito cardiaco (pagina a lato).
♦ Se ancora non c’è respirazione, pratici subito la
respirazione artificiale (vedi pag. 23-24).
♦ Se non c’è respirazione né polso, dai inizio immediatamente a respirazione artificiale e massaggio
cardiaco.