Non supporre mai che una persona sia annegata anche se è rimasta sott’acqua per molti minuti. In alcuni casi si è avuta una ripresa completa dopo essere rimasti immersi in acqua Fredda per mezz’ora. Questo è
possibile in quanto il raffreddamento del corpo rallenta i processi metabolici e il cervello può così
sopravvivere alla mancanza di ossigeno più a lungo del normale.

Come rianimare un annegato
1) Mentre estrai la persona dall’acqua inizia gta la respirazione bocca-a-bocca (a) Tra un atto
respiratorio e l’altro dirigiti verso riva.
2) Estrai la persona dall’acqua con la maggior velocità possibile.
3) Controllane l’attività respiratoria.
4) Controlla il battito cardiaco.
5) Se è necessaria la respirazione artificiale, gira la testa dell’infortunato su un lato e libera la bocca da ogni eventuale materiale estraneo (b) Con ogni probabilità l’infortunato espellerà acqua.
6) Se l’infortunato sta respirando spontaneamente, mettilo nella posizione di sicurezza (c).
7) Se respira ma è molto freddo, tratta l’ipotermia .
8) Appena possibile invialo in ospedale.